Bellagio Festival Orchestra

0

 

GRANDOLA ED UNITI (CO) – Villa Camozzi – Piazza Camozzi, 2

Musiche di Carissimi, Vivaldi, Tartini, Scarlatti, Locatelli, Haendel

Ensemble Barocco della Bellagio Festival Orchestra

Jaehee Kim, soprano

 

Ingresso libero

Descrizione

 

Sabato 6 luglio 2019, ore 21

GRANDOLA ED UNITI (CO) – Villa Camozzi – Piazza Camozzi, 2

Carissimi, “Vittoria, vittoria mio core!”

Vivaldi, Sonata in trio in Re magg op.1 n.6 RV 62

Tartini, Sonata in sol min “Didone abbandonata”

Scarlatti, “Gia il sole dal Gange”

Locatelli, Triosonata op5 n1 in Sol magg

Haendel, “Ombra mai fu”

Ensemble Barocco della Bellagio Festival Orchestra

Jaehee Kim, mezzosoprano

Ingresso libero

 

 

Jae Hee Kim, si è laureata in canto nel 1994 nell’Università Sung-Shin di Seoul e ha conseguito il diploma al Conservatorio “Santa Cecilia“ di Roma nel 2002. Si è perfezionata presso il Laboratorio Lirico dell’Arts Academy di Roma nel 2003. Ha vinto diversi concorsi internazionali e ha preso parte agli allestimenti di opere barocche e contemporanee, tra cui “El Retablo de maese Pedro” di M.De Falla nel ruolo di Trujaman,”Inferno” di C.Giorgio nel ruolo di Beatrice.“Il matrimonio Segreto” di D.Cimarosa nel ruolo di Elisetta, “L’Orfeo” di C.Monteverdi nel ruolo di Proserpina; “Otello” di G.Verdi nel Ruolo di Emilia, “Madama Butterfly” di G.Puccini nel ruolo di Suzuki, “Così fan tutte” di W.A.Mozart nel ruolo di Dorabella. “La Quinta Donna” di L.Sampaoli nel ruolo della Quinta Donna, “Suor Angelica” di G.Puccini nel ruolo di Suor Zelatrice. Kim ha poi realizzato concerti liederistici e recital in Italia, Germania, Austria e Sud Corea. E’ stata Docente di Canto della Università “Chung Un” in Sud Corea.

 

Bellagio Festival Orchestra

Nel 2011, in occasione delle Celebrazioni per il secondo centenario dalla nascita del compositore ungherese Franz Liszt e nell’anno del 150mo dell’Unità d’Italia, nasce la Prima Edizione del Festival di Bellagio e del Lago di Como, con concerti, masterclasses, incontri, seminari, percorsi turistico-culturali ispirati alla figura del compositore ungherese che a Bellagio e Como ha trascorso alcuni dei mesi più importanti della sua vita di artista e di uomo. Dalla prima edizione ad oggi, con più di duecento eventi, il festival ha proposto un percorso di arte, musica, letteratura in grado di attraversare l’intera regione del Lago; un progetto di Turismo Culturale che prende vita dall’eredità di figure di riferimento del patrimonio musicale internazionale, come Franz Liszt, Giuseppe Verdi, Richard Wagner, Arturo Toscanini, e ispirazione da personalità delle arti e della letteratura come Stendhal, Flaubert, Manzoni e tanti altri, rappresentanti di un periodo storico in cui l’Italia era vista come Meta degli Intellettuali, un’epoca in cui il “viaggio in Italia” rappresentava per ogni Artista un “obbligo formativo” e di vita. La Bellagio Festival Orchestra nasce nel 2012 in seno al Festival di Bellagio e del Lago di Como. La formazione affianca al repertorio tradizionale, dal barocco ai nostri giorni, originali produzioni anche liriche e teatrali, dedicate ai grandi artisti che hanno soggiornato sul Lario (tra i quali Liszt, Stendhal, Rossini, Verdi), esibendosi regolarmente nelle più suggestive dimore e residenze storiche del territorio (Villa Serbelloni di Bellagio, Villa Monastero e villa Cipressi di Varenna, Villa Lario di Mandello del Lario, Villa del Grumello di Como, ecc) ma anche presso diverse locations della provincia di Como e Lecco (Castello di Pomerio, Castello di Carimate, Villa Confalonieri di Merate, Auditorium della Camera di Commercio di Lecco). Il 30 giugno 2018, la Bellagio Festival Orchestra è stata invitata dal Consolato Generale d’Italia a Stoccarda, per un evento dedicato a Rossini nel centocinquantenario dalla scomparsa. In agosto e settembre l’orchestra è stata più volte ospite del festival LeAltre Note in Valtellina e in autunno è stata formazione in residenza per un laboratorio lirico a Stresa. La direzione musicale della Bellagio Festival Orchestra è affidata al Maestro Alessandro Calcagnile.